Gruppo Missionario Muratello

LA STORIA …


PROGETTI REALIZZATI


Forti della parola del Papa GIOVANNI PAOLO II° nella lettera Tertio Millennio Adveniente “… i cristiani dovranno farsi voce di tutti i poveri del mondo …” e sostenuti dal motto del Gruppo Missionario Muratello “L’ educazione è vita” e “VOLENTIERI VOLONTARI”,


IL GRUPPO MISSIONARIO MURATELLO È NATO NEL GENNAIO 2000


Il Gruppo ha iniziato la sua opera nel gennaio 1994 con 6 volontari “pionieri” (Bresciani Sandra, Bragaglio Vittorio, Fanelli Ilario, Graziotti Alfredo, Silvestri Giancarlo, Saleri Francesco) aderendo a vari lavori in Mali, con il Gruppo Mali Gavardo, aumentando di anno in anno il numero dei partecipanti …
 

NEL GENNAIO 2000 PRIMA MISSIONE DEL GRUPPO MISSIONARIO MURATELLO


Tutti gli anni a seguire, il Gruppo si è impegnato ad andare in terra di missione a costruire scuole, ospedali, case di accoglienza, chiese, … dedicandosi completamente ai fratelli più poveri, aiutati dai contributi che la S. Provvidenza, tramite tanti benefattori, provvede a procurare e autotassandosi per raggiungere economicamente lo scopo prefissato.

Il loro impegno, che non ha fine di lucro, è una testimonianza di fede e di evangelizzazione e motivo di crescita interiore per chi vi partecipa con il proprio lavoro e con il loro contributo.

Confidano sempre nella “PROVVIDENZA” e nella sensibilità di tante persone buone e generose.

 

MISSIONI



Anno 2000:

Missione ANGOLA
Gennaio-febbraio
prima esperienza autonoma in Angola; Il Gruppo è andato a terminare il “Centro professionale dedicato al beato Padre Piamarta”.
Un Centro Professionale di 1.500 mq. di copertura.
 


 

 

Missione CROAZIA
Verso la fine di agosto dello stesso anno (2000) alcuni componenti del gruppo si recano a Drenova (Croazia) e in collaborazione con la Caritas Bresciana e di Rijeka partecipano alla costruzione di una casa destinata ad una famiglia numerosa.

 

 

 

 

Anno 2001-2002:

L'attività del gruppo subisce uno stop perché il promotore delle iniziative, Ilario Fanelli, è alle prese con problemi di salute; superato il delicato momento Ilario si rituffa nell'attività e stimola i generosi amici ad impegnarsi nel completamento di quel centro professionale Piamartino di Luanda (Angola) iniziato nel 2000.

 

Anno 2003:

Missione ANGOLA
I volontari ripartono per l’Angola, a Luanda per costruire un’ala di un fabbricato comprendente aule, biblioteca, sala riunioni, sala studi, una cucina con forno (i missionari Piamartini potranno così dare a ciascuno dei 1000 e più ragazzi che frequentano la scuola ogni giorno anche un pane), la costruzione è stata fatta presso il CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE dedicato al Beato Padre PIAMARTA.

 

 


CARITAS VALLE DEL GARZA
Nello stesso anno, per recuperare il tempo “perso”, una rappresentanza del Gruppo ha realizzata nella calda estate 2003 il completamento della sede Caritas della Valle del Garza.

 

Anno 2004:

Missione ROMANIA


Contattati dalle Suore Francescane della Misericordia del Terzo Ordine Regolare (fondato dalla Beata Suor Maria Pekovic di Gesù Crocifisso) a Satu-Mare (Nord-ovest), in collaborazione con l’Associazione CHIESE DELL’EST presieduta da don Antonio Rossi e con l’aiuto della provvidenza, vanno ad ultimare la costruzione della “Casa di accoglienza per bambine abbandonate”.
La struttura era già stata in parte costruita, ma le Suore non avevano più risorse finanziarie per poterla completare. C’erano solo i muri esterni e le solette, mancavano le pareti interne, pavimenti, bagni e tutti gli impianti: elettrico, idraulico, riscaldamento (d’inverno la temperatura può scendere fino a –26°), i serramenti: porte, finestre e tutte l’arredo necessario per ospitare i bambini: letti, materassi, cuscini, coperte, tavoli, sedie, stoviglie e anche materiale didattico: quaderni, matite, biro, ecc. …

Una volta completato l’edificio oltre che essere un posto di rifugio per molti bambini/e, ospiterà anche per la notte numerose bambine fra le più bisognose. Spesso, oltre che essere abbandonate, hanno dovuto anche subire sevizie e maltrattamenti. Bambine di soli 7/8 anni costrette alla prostituzione da sciacalli provenienti da paesi ricchi, anche dall’Italia, che vanno per sfogare le loro perversioni

Le Suore utilizzando questa struttura danno un maggior aiuto ai tanti bambini che si rivolgono a loro. Bambini/e che hanno bisogno di tutto: non solo di cibo, ma anche di istruzione, di affetto, di un sorriso, di una buona parola che dia loro la speranza in un futuro migliore.

 

 

 

 

 

 

 

 


Anno 2005:

Missione TANZANIA
Fra le numerose richieste segnalate, il Gruppo ha accolto il progetto che li terrà impegnati, verso la metà del mese di maggio per tre settimane: “Villaggio della Speranza” a Dodoma in Tanzania, dove il Gruppo “Amici delle Missioni” di Bagnolo Mella ha già costruito un villaggio per combattere l’ AIDS, la piaga più grande che oggi in Tanzania, insieme con vasta parte dell’Africa si trova a
d affrontare. Più del 20% della popolazione africana è sieropositiva. Sono oltre tre milioni i bambini africani, vittime innocenti, deceduti in questi anni e più di un milione sono quelli che vivono con il virus nel sangue destinati a morire. In queste spaventose situazioni sanitarie, dramma nel dramma, molti sono orfani. Il progetto è un piccolo contributo per affrontare questa emergenza ospitando i bambini sieropositivi senza genitori, affiancandoli a dei volontari come mamma e papà che si occupano di loro. I bambini ospitati sono 150, sono curati e controllati giornalmente da un’ equipe di medici, molti sono già stati totalmente negativizzati.

 

 

 

 

 

 

 

 


ORATORIO DI MURATELLO
Il Gruppo Missionario Muratello, in attesa di scegliere il prossimo impegno di volontariato (Africa, Romania o Russia), che vedrà gli associati protagonisti nel 2006, non è stato con le mani in mano. Per non arrugginirsi ha recentemente dipinto (gratuitamente) l’intero stabile dell’Oratorio nuovo e della Scuola materna parrocchiale «Don Giuseppe David». Un compito, assolto con dedizione e professionalità, che ha richiesto ben 450 ore di volontariato.

 

 

 

Anno 2006:

Missione RUSSIA
Il Gruppo è partito per Luga (una piccola cittadina vicino a San Pietroburgo) per costruire una casa gestita da frati francescani che ospitano ragazzi di strada, giovani che abbandonati non hanno un rifugio per dormire (in inverno la temperatura scende anche a meno 30/40 gradi...)
La costruzione è su due piani: piano terra e primo.
Piano terra – due grandi stanze che servono per cucina e/o sala pranzo, sala riunioni e/o studio e bagni.
Primo piano, camere con bagno, per poter ospitare dai 30 ai 40 ragazzi (con letti a castello).
Padre Fiorenzo Reati (frate francescano responsabile della missione) a fatica ha procurato i permessi cercando di superare l’infinita burocrazia.

 

 

 

 

 

 


CHIESA PARROCCHIALE

Nello stesso anno una rappresentanza del Gruppo ha tinteggiato l’interno della Chiesa parrocchiale di Muratello.
 

 

 

 

 

 


Anno 2007:

Missione MOZAMBICO
L’iniziativa, caldeggiata dallo stesso Arcivescovo di Nampula, mons. Tomè Makhweliha, è stata concordata fra lo stesso Arcivescovo e il Gruppo Missionario Muratello: il progetto consiste nella realizzazione di 11 aule, la presidenza, segreteria, aula insegnanti, magazzino, bagni maschili e femminili, bagni per docenti, ecc. per un totale di 1400 mq. di copertura. La scelta di realizzare la scuola è stata spiegata con l’esigenza di dare un’istruzione a tutti i bambini poiché “l’istruzione offrirà ai piccoli la chiave per avere un futuro, senza l’istruzione non potranno mai sottrarsi alla miseria e alla violenza di cui sono vittime”. C’è da segnalare infatti che a Nampula i bambini spesso … scompaiono.
Si parla di traffico di minori e traffico d’organi ed in genere i bambini, specialmente quelli incustoditi, orfani che trascorrono intere giornate in solitudine senza che nessuno si curi di loro sono le vittime principali di queste autentiche infamie.
I volontari, hanno voluto offrire, oltre al loro lavoro, il sorriso, sorretti dalla speranza che la scuola “africana” di Nampula, apra un futuro dietro a tanti bambini e giovani che portano tutti nel loro cuore e dei quali respirano ancora il calore, la semplicità, la voglia di vivere e le emozioni che nascono dalle piccole cose.
Hanno assunto in loco molti lavoranti aiutando numerose famiglie; sono stati assunti oltre 50 padri di famiglia.
Il cantiere che in ogni “Missione” il Gruppo lascia, (seguito dal missionario incaricato), serve per crearsi un’impresa, oltre al loro guadagno, mantengono gratuitamente la manutenzione della struttura fatta dai volontari.
 

 


Anno 2008:

Missione ANGOLA


Partendo dalla Parabola del Buon Samaritano, che approfondisce il comandamento dell’amore per il prossimo, si sono fermati sul dovere assegnato ai cristiani: la carità e la testimonianza del Vangelo attraverso le opere. Non è giusto che a qualcuno vengano negati i beni essenziali per una vita decorosa, perciò sono andati a Tchilonga – Huambo (Angola) a costruire un casa per ospitare una trentina di ragazze, giorno e notte, un piccolo convento con annesso la chiesetta; il tutto una costruzione di circa 600 mq. di copertura.
Il progetto è stato finanziato con la grande collaborazione della Parrocchia S. Maria Crocifissa di Rosa in Brescia (la parrocchia di don Francesco Baiguini), con l’aiuto della A.S.C.S. (Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo Sviluppo ONLUS) nella persona di Padre Domenico Colossi, da generosi benefattori e dalle Suore Trappiste di Valserena (Pisa).
Hanno assunto 38 locali per aiutarli nella costruzione.

 

 

 

 


 

Anno 2009:

Missione MOZAMBICO
Hanno avuto una richiesta, dai Padri Scalabriniani che risiedono a Nampula (Mozambico) avvalorata dall’Arcivescovo di Nampula Mons. Tomè, per la costruzione di una casa per ospitare ragazzi e ragazze di strada.
Costruire una casa di accoglienza per ragazzi e ragazze di strada in un luogo dove gente senza scrupoli e senza cuore si accaniscono per guadagnare soldi sporchi, ricavati attraverso un disonesto e infame traffico d’organi, è molto importante e indispensabile.
Si tratta di una costruzione, in tutto 600 mq., divisa in tre zone: la prima, riservata ai Padri Scalabriniani, comprende quattro camere con altrettanti bagni, chiesetta, sala da pranzo, ripostiglio, bagno, dispensa, sala riunioni, lavanderia e stireria; la zona centrale è dotata di una sala accoglienza, un bagno e tre uffici destinati ai missionari per ricevere le persone bisognose; la terza infine prevede un grande salone destinato ad accogliere e a fungere da scuola per i corsi di cucito (femmine) e agraria (maschi) e bagni divisi per maschi e femmine; un grande e largo porticato proteggerà dal sole e dalle piogge e l'entrata sarà abbellita da una aiuola con fiori e zone rocciose.
I missionari Scalabriniani sapranno aiutare i ragazzi e le ragazze a crescere con un’istruzione indispensabile per il loro futuro;
Hanno assunto 65 locali per aiutarli nella costruzione, dando loro oltre alla paga, pranzo e colazione.

 

 

 

 

 

 



SCUOLA D’INFANZIA
Nello stesso anno una rappresentanza del gruppo ha tinteggiato l’interno della Scuola d’Infanzia della Parrocchia di Muratello.

 

 

 

 

 

 



Anno 2010/2011:

Missione VENEZUELA
Novembre-Dicembre 2010 – Febbraio 2011, i Volontari del Gruppo Missionario Muratello, sono impegnati in collaborazione con la Parrocchia S. Maria Crocifissa di Rosa (Brescia), a Uracoa (Venezuela) per la costruzione di una Scuola Professionale.
Il prospetto consiste nel costruire una scuola gestita direttamente dalla Diocesi per aiutare ragazzi e ragazze di Uracoa e la possibile frequenza di giovani INDIOS che vivono sull’affluente del grande Orinoco.
Perché una scuola? perché l’istruzione è un loro diritto come per tutti i giovani, perché senza l’istruzione non potranno mai sottrarsi alla miseria che li circonda, perché l’istruzione è fondamentale per il loro futuro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I volontari del primo e secondo gruppo

 Sanno che in ogni atto d’amore c’è un ritorno d’amore, quindi aiutare i ragazzi ad andare a scuola e’ un segno di speranza e un investimento per il futuro dell’umanità. La grande struttura, nella quale trovano spazio aule didattiche, segreteria, sala riunioni, direzione, infermeria, biblioteca, bagni, magazzini ed una chiesetta con sacrestia (per un totale di 600 mq. di copertura), ha coinvolto complessivamente una trentina di volontari impegnati, in vari turni, per circa 1000 giorni lavorativi.
Le difficoltà sono state moltissime: la mancanza di containers, numerose incomprensioni con alcune persone locali, poca collaborazione degli indigeni assegnatici, la continua e abbondante pioggia … ma tutto bene ciò che finisce bene; l’opera è stata conclusa, consegnata dipinta e completa di piantagione di abbellimento.

I volontari del terzo gruppo


 


Anno 2011 Giugno:

Missione Pian di Maia – Villabassa (Bolzano)


Alcuni volontari hanno ristrutturato una costruzione per farne una sala ludica al piano terra e magazzino al piano superiore, a sud del paese, nascosta dietro alle prime file degli alberi del bosco, la CASA ALPINA DEI PADRI SCALABRINIANI di Pian di Maia (Maistatt), nei pressi di una fonte d'acqua termale.

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

Padre Domenico, Mircia, Maestro Gino, Rosanna e Ilario

 

 

Anno 2012:

Missione SUD AFRICA

 



Gennaio 2012, i Volontari del Gruppo Missionario Muratello, sono impegnati a Cape Town a ristrutturare un Orfanotrofio dei Padri Scalabriniani la “Lawrence House”.
Il progetto consiste nel rinnovare la Casa di accoglienza per dare ai 28 ragazzi e ragazze che la abitano una nuova sistemazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per la ristrutturazione della struttura e per poter accogliere gli ospiti e dare loro una collocazione più dignitosa sono stati fatti lavori di rifacimento di intonaci, tinteggiatura di tutta la casa, sistemazione delle scale interne, controsoffittature, sistemazione di tutte le porte, delle serrature, rifatto completamente i bagni e le docce, riordinare tutte le finestre, tutto l’impianto idraulico con la posa di 3 pannelli solari, tutto l’impianto elettrico, la sistemazione della lavanderia, di tutti i pavimenti e del rivestimento della cucina e la posa di finestre in alluminio rinforzato, la messa a norma della scala, la piastrellatura del cortile, rifatte le ringhiere in ferro (erano state rubate), abbiamo provveduto all’acquisto di frigoriferi, lavatrici, letti, armadi, materassi, … mobili nuovi.La missione è stata conclusa, E’ stato bello vedere i ragazzi e le ragazze felici per i colori vivaci delle loro camere, i muri sistemati, le porte funzionanti, letti nuovi, mobili nuovi …


Anno 2012 (Giugno)

Missione Pian di Maia – Villabassa (Bolzano)



Alcuni volontari del GRUPPO MISSIONARIO MURATELLO sono andati alla Casa Alpina dei PADRI SCALABRINIANI di Pian di Maia (Maistatt) a completare la ristrut-turazione con la posa e verniciatura di perline al soffitto, pavimento in legno, panchine, tinteggiatura di corridoi ecc. ecc..   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 


 

Anno 2013 (Maggio/Giugno)

Missione Loreto (Ancona)

 

 

 

Alcuni volontari del GRUPPO MISSIONARIO MURATELLO sono andati alla Casa dei PADRI SCALABRINIANI di Loreto a costruire un campo di Beach volley e, nei momenti di pausa, hanno sistemato, scrostando, stuccando e tinteggiando corridoi, saloni oltre alla pulizia e riordino del vasto giardino …

 

 

 

 

 

 

                                                                       campo di Beach volley

 

 

 

 

 

 

 

         

      corridoio prima del nostro lavoro

 

 

                      

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                  corridoio dopo il nostro lavoro

 

 

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------

 

Anno 2013 (Giugno/Luglio)

Missione Pian di Maia – Villabassa (Bolzano)

 

 

Alcuni volontari del GRUPPO MISSIONARIO MURATELLO sono andati alla Casa Alpina dei PADRI SCALABRINIANI di Pian di Maia (Maistatt) a collocare i giochi: altalena, cavalluccio, passaggio, arrampicata, casetta, rete, scivolo, ecc. oltre ad aver costruito numerose panchine per i ragazzi e pitturato porte, finestre, griglie e tutta la casa esterna …

 

 

 

 

 

 

 

            Giochi per bambini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

              lavori di tinteggiatura di tutta la casa esterna

 

 

 

 

 

 

 

 

 Un angolo di Villabassa …

 

 

 

 

 

 

 

 

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

 

 

 

Anno 2013 (Ottobre)

Missione Loreto (Ancona)

 

 

 

 

 

 

Alcuni volontari del GRUPPO MISSIONARIO MURATELLO sono andati alla Casa dei PADRI SCALABRINIANI di Loreto a sistemare un piano della grande struttura pitturando saloni, aule, reception, sala bar, corridoi ecc. con colori vivaci, dopo aver raschiato, stuccato e sistemato tutte le pareti, rendendo la struttura abitabile; nei momenti di riposo, hanno pulito i canali di scarico dell’enorme terrazzo …

 

       

 

 

Le pareti prima del nostro lavoro

 

                           

 

 

 

     

 

 

 

 Dopo il nostro lavoro

 

 

 

 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Anno 2014 (Gennaio)

Missione ROMA

 

 

Alcuni volontari del GRUPPO MISSIONARIO MURATELLO sono andati alla Casa dei PADRI SCALABRINIANI di Roma nella PARROCCHIA SANTISSIMO REDENTORE - VAL MELAINA  a sistemare un piano della grande struttura pitturando tutto l’appartamento, oltre alla lavanderia e le scale, sistemando l’impianto elettrico e i cavi dell’ antenna, piastrellando bagni …  rendendo la struttura abitabile per dei giovani studenti di teologia, probabili futuri sacerdoti.

 

Prima dei lavori                                                                      Dopo i lavori

            

 

                  

        

    

 

 

Il Gruppo Missionario Muratello,
è aperto a tutte le persone
di buona volontà.


GRUPPO MISSIONARIO MURATELLO
Sede di BRESCIA-NORD della A.S.C.S. ONLUS
(Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo Sviluppo )
Codice Fiscale: 03133600241
- - -
Recapito e Segreteria: Ilario Fanelli – Via Ventura, 1 – 25075 NAVE (Brescia) – Italy
Tel. +39.030.2530775
e-mail: ilario.fanelli@tin.it  – http: www.gruppomissionario.it